Robotica educativa 2013

arduinoItalian Scratch Festival

Sabato prossimo, 18 maggio, la Casa degli Insegnanti in collaborazione con altre due associazioni (Movimento di Cooperazione Educativa e Scuola di Robotica) parteciperà all’Italian Scratch Festival che si svolge presso l’ITIS Majorana di Grugliasco.

Nell’atrio dell’Auditorium è stato infatti predisposto uno spazio per la presentazione di esperienze di utilizzo di Scratch abbinato ad altri dispositivi come i kit di Robotica della Lego, NXT e WeDo, e le schede Arduino e Picoboard.

Un’occasione che si rinnova dopo il successo dello scorso anno.

Mentre nell’Auditorium si susseguiranno gli interventi degli esperti e delle scuole che hanno partecipato al concorso con le loro creazioni software, nell’atrio un gruppo di insegnanti animerà la giornata con dimostrazioni dal vivo delle possibilità offerte da questo software anche in ambiti diversi da quelli oggetto del concorso stesso.

Al festival partecipano allievi di istituti provenienti da varie parti d’Italia accomunati dalla voglia di imparare a programmare con questo bellissimo software opensource creato dal MIT con scopi didattici.

Per info su robotica e Scratch recarsi nella pagina di questo sito dedicata http://www.lacasadegliinsegnanti.it/PORTALE/?page_id=1056

First Lego League

La Casa degli Insegnanti, contattata dall’insegnante Lisa Borreani, ha fornito i kit robotici ad una scuola di Casale Monferrato. l’istituto del Sacro Cuore, per partecipare alla First Lego League. La formazione degli insegnanti era stata curata, in questo caso, da Scuola di Robotica con cui già in altre occasioni la Casa ha potuto collaborare.

First Lego League è un progetto mondiale, che aiuta i giovani a scoprire il divertimento nella scienza e nella tecnologia sviluppando nel contempo autostima, conoscenza e competenze valide per il lavoro e la vita.

Il tema da sviluppare quest’anno, uguale in tutto il mondo, era quello di trovare soluzioni nella cura per gli anziani, “Senior Solutions”, basate sulla robotica e l’automazione.

Per la gara di robotica le squadre hanno presentato un robot autonomo Lego Mindstorms (da loro costruito e programmato) che doveva realizzare il maggior numero delle missioni presenti sul tavolo di gara in 2 minuti e mezzo. Le altre prove, valutate da una giuria di esperti, riguardavano la presentazione delle soluzioni robotiche effettuando dimostrazioni del funzionamento del robot e la presentazione di una ricerca scientifica. Un progetto complesso e impegnativo da tutti i punti di vista, che ha richiesto la collaborazione di insegnanti di più discipline.
L’insegnante Borreani racconta: ‘I ragazzi del Sacro Cuore si sono difesi bene, pur essendo stati i più giovani a gareggiare nella competizione hanno totalizzato nella gara dei robot circa 165 punti e sono arrivati nella prima metà della classifica finale.’

Il tema per il prossimo anno, già annunciato, sarà ‘Furia della Natura’, un soggetto sicuramente di primo piano che porterà alla progettazione di soluzioni innovative per tutti i team che parteciperanno nel 2013-2014.

La Casa degli Insegnanti si augura che la scuola continui nelle attività di robotica e riesca a coinvolgere sempre più classi e docenti nell’esperienza: un bell’esempio di didattica innovativa attraverso un laboratorio di robotica. Chissà che non si facciano avanti altre scuole del territorio per la First Lego League del prossimo anno? La Casa è pronta, ovviamente, ad accoglierle e a prestare il suo supporto logistico e formativo.

Anche quest’anno diverse classi della scuola primaria hanno utilizzato i kit WeDo messi a disposizione dalla Casa degli Insegnanti per sperimentare le attività di robotica educativa:

  • la classe prima e la classe seconda di Buriasco con gli insegnanti Luciana Canavosio, Monica Ferro, Marina Gallo e Alessandra Morero;
  • le classi seconde di Pinerolo Scuola Primaria Lauro con gli insegnanti Paola Sgaravatto e Anna Avataneo;
  • alcune classi di Cuneo con l’insegnante Donatella Marro.

Gli insegnanti che hanno fatto questa sperimentazione partecipano anche ad un Gruppo di ricerca e sperimentazione didattica interdisciplinare per cui le attività sono state inserite nel curriculum integrandole con le aree disciplinari. Ad esempio le seconde di Buriasco hanno utilizzato i testi scritti durante le attività di robotica per la riflessione linguistica, mentre le seconde di Pinerolo hanno utilizzato come spunto di partenza il lavoro sulle fiabe e sugli animali svolto in classe dall’insegnante di italiano.
Il lavoro svolto a Cuneo e Pinerolo prevedeva anche l’uso del software Scratch per programmare i modellini costruiti con WeDo. Queste attività sono state presentate insieme ad altre all’Italian Scratch Festival di Maggio riscuotendo notevole interesse da parte dei visitatori.

Si possono leggere i resoconti delle attività cliccando sui link sottostanti:

 

Classe prima Buriasco

Classe seconda Buriasco

Classi seconde Pinerolo

Share