Stanza delle Scienze

stanza_scienze-rid

Disegno realizzato da Anna Borio

La neonata “Stanza delle Scienze”

La Casa degli Insegnanti e il CeSeDi della Città Metropolitana di Torino, in collaborazione con “Ottobre Scienza”, hanno proposto una rivisitazione del materiale didattico raccolto durante i dieci anni di esperienza di Ottobre Scienza all’interno di tre laboratori itineranti dal titolo: Meccanica, Ottica e Il Bosco.

Le tematiche principali affrontate nei laboratori sono le seguenti:

  • Meccanica: la cinematica del corpo puntiforme, la dinamica e la statica del corpo rigido e del corpo puntiforme e cenni alla dinamica dei fluidi.
  • Ottica: ottica geometrica e fisica, colorimetria, anatomia dell’occhio e percezione dei colori.
  • Il Bosco: analisi chimica e fisica dei terreni, dendrologia, spettroscopia.

I laboratori presentano un percorso costituito da una collezione di esperimenti interdisciplinari di fisica, chimica e scienze, corredati da schede di lavoro, prove di valutazione delle competenze e questionari di monitoraggio.

Gli istituti che ne hanno fatto richiesta hanno ospitato i laboratori all’interno delle loro strutture per una durata di circa un mese, utilizzandoli sia per mettere in campo una didattica di tipo laboratoriale, sia per attività di orientamento o di alternanza scuola-lavoro.

Un gruppo di studenti in ogni scuola, formato nel ruolo di “animatore scientifico” ha gestito il laboratorio stesso in totale autonomia durante il periodo di permanenza nella scuola. Gli stessi studenti hanno poi preso in carico l’esposizione del laboratorio, mediante metodologia peer-to-peer, ai propri compagni e talvolta nelle scuole limitrofe.

Dato il successo del progetto, 11 scuole partecipanti per un totale di 160 animatori formati e circa 7500 studenti visitatori, i laboratori itineranti saranno riproposti e potenziati il prossimo anno scolastico.

In attesa del Salone del Libro 2018 con le scuole che parteciperanno a questo evento, vi invitiamo a cliccare Mi piace sulla pagina Facebook di “Ottobre Scienza” e ad esplorare l’attività del 2017.

Irene Audrito

Share