Scrivere un racconto giallo

Educare alla scrittura divertendo, sviluppando la creatività individuale e stimolando le capacità conoscitive, logiche e linguistiche è possibile?
Pensiamo di sì. Per questo Tullia Piccoli, in collaborazione con la Casa degli Insegnanti, ha progettato un percorso che grazie a istruzioni tecniche progressive e a un ricco apparato lessicale ed esemplificativo offre agli studenti preziosi consigli per impostare e sviluppare racconti gialli, nei quali si inventano e caratterizzano personaggi, si descrivono crimini, si costruiscono tracce logiche, si dipanano intrighi, si smascherano i colpevoli. Gradualmente l’allievo è indotto a scrivere prima brevi testi di circa 100-150 parole, poi,  al termine del percorso, a costruire un testo complesso coerente e coeso di circa 20 pagine.
Questa proposta didattica invita  alla scrittura di un racconto giallo, partendo da istruzioni di base, dalla descrizione del luogo del delitto, all’intervento del detective che, attraverso gli interrogatori e i risultati della ‘scientifica’  perverrà ad incastrare il colpevole.
Lo studente, al termine del percorso, sarà in grado di percorrere, sapendo controllarli: il testo descrittivo, il testo narrativo, il testo dialogico e quello riflessivo, creando da sé i propri personaggi, le proprie atmosfere e i propri moventi, muovendosi liberamente nell’affascinante mondo del genere poliziesco.

L’attività prevede la creazione di classi virtuali sulla piattaforma Moodle della Casa per consentire agli studenti di accedere ai materiali e di interagire utilizzando la struttura dell’ambiente di e-learning.

Anna Maria Moiso (coordinatrice della Stanza di Italiano)