La Casa degli Insegnanti compie 10 anni

In occasione del nostro compleanno abbiamo elaborato un nuovo progetto di cui pubblichiamo un estratto .

“Il progetto “Facciamo Casa 10” 2018 prosegue e potenzia quelli precedenti in quanto si ripropone di anno in anno come contenitore, palinsesto di eventi e iniziative e si articola su più azioni: alcune tra le molteplici possibilità di intervento di collaborazione con scuole o insegnanti e altre di promozione della Associazione e delle sue attività culturali. All’interno della metafora di “casa” e “stanze”, si propongono eventi culturali, momenti di riflessione e confronto, che coinvolgono non solo docenti ma anche genitori e studenti, laboratori disciplinari e trasversali in cui i docenti possano trovare indicazioni, strumenti, sollecitazioni per il lavoro in classe.

Tali azioni di anno in anno si sono modificate, evolute, amplificate non solo per rispondere alle esigenze e alle richieste che giungono all’associazione ma anche alla luce dei riscontri ricevuti e alle esigenze di applicazione delle recenti novità legislative per le quali le scuole richiedono il supporto di esperti esterni.

A motivo di ciò, all’interno delle proposte delle stanze, il progetto “Facciamo Casa 10” 2018 sarà focalizzato sull’area STEM come da: Proposal for a COUNCIL RECOMMENDATION on Key Competences for Lifelong Learning Brussels, 17.1.2018

Finalità del progetto “Facciamo Casa 10”: 

  • Superare l’isolamento del singolo docente nella sua realtà proponendo percorsi per dipartimenti, scuole o realtà locali per favorire il confronto e la messa in comune di esperienze e professionalità dei partecipanti e la ricaduta all’interno della istituzione scolastica.
  • Sostenere i docenti nell’affrontare non solo le problematiche connesse alle situazioni di disagio e difficoltà (BES) ma quelle più generali che le mutate modalità di apprendere evidenziano, attraverso una didattica adeguata.
  • Superare la contrapposizione tra scuola e famiglia realizzando una positivo coinvolgimento della famiglia nell’azione educativa.
  • Dare sicurezza al docente nell’utilizzo di nuovi strumenti o metodologie didattiche attraverso percorsi di ricerca azione con la possibilità di accedere a documentazione specifica e discutere e confrontarsi con colleghi sulla piattaforma.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.